Chi Siamo

Insieme per ampliare la visione, creare e realizzare.

un progetto nato per scherzo ma diventato, poi, serio, anzi serissimo, tanto da farci un’associazione no profit che vi racconto brevemente perché matura,di fatto, dal profondo disagio di quelli che fanno il mio stesso mestiere e cercano di farlo al meglio con tutti i mezzi a disposizione, di quelli che ormai io chiamo “i figli di nessuno”, quelli che hanno attività commerciali troppo spesso sottovalutate, talvolta in province sottovalutate.
I negozi FISICI .

Una categoria, la nostra, che negli anni ha subito e subisce, oltre alla vergognosa pressione fiscale, il giudizio continuo di coloro che non sanno nulla dei sacrifici affrontati, dei cavilli burocratici percorsi per rimanere in piedi, degli equilibri talvolta precari che, appena raggiungi, speri non crollino all’improvviso.. eh già .. perché, a volte, basta poco, pochissimo, perché c’è il famoso RISCHIO D’IMPRESA che nessuno comprende, ormai sempre più grande .. sapete cos’è il rischio d’impresa?
Ve lo spiego come lo spiegherei a mia nipote di 6 anni. È quella causa/effetto che non dipende da te, quell’evento che potrebbe far sì che la tua attività, che magari andava bene improvvisamente, affondi e basta veramente poco in alcuni casi.
Basta un dipendete sbagliato, un fannullone, un pettegolezzo, basta un competitor sleale, o uno con mezzi più potenti dei tuoi, basta una catastrofe ambientale (sapete quante province in Italia sono ancora a terra e aspettano i rimborsi?? Aspettano e intanto chiudono), basta un lutto in famiglia, una maternità a volte la banalità di semplice cantiere.. e tanto altro.
Noi che non abbiamo conti alle Cayman ma che non siamo, di certo, i poveri operai sottopagati..i piccoli imprenditori di quartiere, da sempre considerati gli ignorantotti che, con due euro da parte, si sono inventati un lavoro aiutati di sicuro da qualcuno. Ecco come ci vedono .
Ma ci sono aspetti nascosti che nessuno prende in considerazione. Siamo noi che con le nostre vetrine, i nostri servizi ,le nostre luci, i nostri micro progetti teniamo vive le città.

È così dai tempi delle agorà, il commercio che tiene attivo e sicuro un paese.
Noi, dove vi rifugiate nei vostri momenti morti, i vostri bar, i vostri parrucchieri, i vostri ristoranti, le vostre palestre, i vostri negozi alibi quando dovreste essere altrove e invece siete qui .. NESSUN VITTIMISMO SIA CHIARO!
Non ci siamo certo inventati il vaccino per l’ebola, non operiamo a cuore aperto in Africa. Ma siamo parte integrante e fondamentale di una società civile.
Quella che ogni giorno vi passa davanti e che non prendete neanche in considerazione dandola per scontata.
#iDISAGIATI È IRONICO.. se sei un commerciante e riesci a comprenderne il significato e vai oltre la parola, realizzando che non sei uno sfigato nè tu nè la Tua attività .. allora puoi iscriverti a questa associazione dal 10 ottobre .. con la consapevolezza di avere una visione più ampia del tuo futuro. Farai parte di una community dove ci si sponsorizzerà a vicenda sui social da nord a sud e avrai servizi e consulenze di professionisti a disposizione per aver un altro punto di vista. Se hai voglia di non rapportarti solo con i tuoi vicini di quartiere, sappi che i tuoi vicini potremmo essere tutti noi #IDISAGIATI!

I Soci Fondatori

SCOPRI IL TEAM
Romina Nicolò

Fondatore

Andrea Pellegrini

Fondatore

Tutto nasce per un gioco, da una circostanza. Un termine che per molti è dispregiativo ma per noi commercianti che facciamo parte di un sistema è un rafforzativo. iDisagiati ora è una community non una semplice associazione. Insieme per un obiettivo comune.

Un abbonamento annuale

Solo 5€/mese per avere al tuo fianco i nostri professionisti.

Iscriviti

Iscriviti

StatutoRegolamento

Scopri di più